Quando la caldaia non parte è possibile tentare di risolvere il problema autonomamente come segue:

  • Sul pannello di controllo controllare il manometro che indica la quantità di acqua presente all’interno dell’impianto: la pressione deve essere intorno a 1 bar da spenta e tra 1,5-2 bar da accesa. Se la pressione fosse più alta puoi controllare che il rubinetto di carico posto sotto la caldaia sia chiuso bene, e poi a scaricare un po’ d’acqua dalla valvola del termosifone posto più lontano dalla caldaia, in modo da far calare la pressione. Viceversa, se la pressione fosse troppo bassa puoi provare ad aprire il rubinetto di carico acqua posto sotto la caldaia fino a tornare al valore indicato. Controlla inoltre che non vi siano perdite dai radiatori: anche un semplice gocciolare può abbassare la pressione della caldaia nel giro di qualche giorno.
  • Controllare che il rubinetto del gas sia aperto
  • Verificare che non si siano formati nidi sulla canna fumaria, che occludendola potrebbero causare il blocco della caldaia
  • Controllare che la presa elettrica sia collegata e non ci siano interruttori spenti, che lo schermo presente sia acceso in modo da essere sicuri che sia correttamente alimentata.
  • Premere il tasto RESET presente sulla caldaia.
  • Controllare le batterie del termostato

Se con le operazioni sopra descritte la caldaia non si accende e rimane ferma, chiama il nostro pronto intervento attivo 7 giorni su 7 facendo riferimento ad un eventuale numero (codice di guasto) o spia lampeggiante che solitamente indicano il tipo di guasto.