La tua caldaia
La nostra passione

Con oltre 20 anni di esperienza siamo tra le aziende leader nell’assistenza della tua caldaia, seguendoti in ogni passo con passione e professionalità dalla scelta alla manutenzione, dall’intervento alla sostituzione.

Presente in quasi ogni casa italiana ormai da decine di anni, la caldaia fornisce acqua calda per il riscaldamento e per l’uso domestico.

Richiede una buona manutenzione periodica per mantenere la propria efficienza e rimanere sicura ed affidabile. Ad anni alterni inoltre è necessario effettuare la revisione caldaia con analisi dei fumi e rilascio del bollino di verifica.

Per tutti i tipi di caldaie

Dalle caldaie standard a quelle a condensazione, dall’integrazione solare all’ibrido: CentroCalore ti assiste su ogni tipi di impianto.

Manutenzione periodica e cura dell’impianto

Una volta l’anno ci prendiamo cura del tuo impianto per mantenere la tua caldaia pulita, sicura ed affidabile ed assicurarti il massimo del comfort.

Analisi fumi di combustione e “bollino”

Autorizzati a norma di legge all’analisi dei fumi di combustione della caldaia e rilascio del bollino di verifica.
Non preoccuparti delle scadenze, ci pensiamo noi ad avvisarti.

Estensione di garanzia

Ti forniamo copertura di tutti gli interventi di guasto alla caldaia fino a un massimo di 10 anni a partire dall’installazione.

Rete di installatori partner convenzionati

CentroCalore ha creato per te una rete di installatori partner di fiducia pronti alle tue esigenze, scelti per garantirti il massimo della professionalità e della competenza. 

Consulenza gratuita per il tuo comfort

Ti aiutiamo a scegliere la soluzione più adatta alle tue esigenze, senza dimenticare l’ambiente.

Con Centro Calore trovi tutte le risposte alle tue domande sulle caldaie a gas.

Quando la caldaia non parte è possibile tentare di risolvere il problema autonomamente come segue:

  • Sul pannello di controllo controllare il manometro che indica la quantità di acqua presente all’interno dell’impianto: la pressione deve essere intorno a 1 bar da spenta e tra 1,5-2 bar da accesa. Se la pressione fosse più alta puoi controllare che il rubinetto di carico posto sotto la caldaia sia chiuso bene, e poi a scaricare un po’ d’acqua dalla valvola del termosifone posto più lontano dalla caldaia, in modo da far calare la pressione. Viceversa, se la pressione fosse troppo bassa puoi provare ad aprire il rubinetto di carico acqua posto sotto la caldaia fino a tornare al valore indicato. Controlla inoltre che non vi siano perdite dai radiatori: anche un semplice gocciolare può abbassare la pressione della caldaia nel giro di qualche giorno.
  • Controllare che il rubinetto del gas sia aperto
  • Verificare che non si siano formati nidi sulla canna fumaria, che occludendola potrebbero causare il blocco della caldaia
  • Controllare che la presa elettrica sia collegata e non ci siano interruttori spenti, che lo schermo presente sia acceso in modo da essere sicuri che sia correttamente alimentata.
  • Premere il tasto RESET presente sulla caldaia.
  • Controllare le batterie del termostato

Se con le operazioni sopra descritte la caldaia non si accende e rimane ferma, chiama il nostro pronto intervento attivo 7 giorni su 7 facendo riferimento ad un eventuale numero (codice di guasto) o spia lampeggiante che solitamente indicano il tipo di guasto.

Did you find this FAQ helpful?
3
1

La pressione ottimale durante il normale funzionamento della caldaia dovrebbe essere tra 1,5-2 bar e circa 1 bar da spenta, visibile direttamente manometro presente dal pannello di controllo della caldaia.
Se la pressione fosse troppo alta, alcune delle cause più frequenti possono essere:

  • Rubinetto di carico dell’acqua chiuso male, o danneggiato: questo causa un continuo afflusso di acqua nell’impianto, aumentandone la pressione.
  • Vaso di espansione scarico o danneggiato: il vaso di espansione è necessario per il corretto funzionamento dell’impianto di riscaldamento. Infatti quando la caldaia entra in funzione e l’acqua viene riscaldata questa aumenta di volume, e il vaso di espansione serve a contenere l’eccesso che non ha spazio nelle tubature. Se questo è scarico però, non appena l’acqua inizia a scaldarsi la pressione sale molto fino a 2,5-3 bar, causando la maggior parte delle volte un blocco della caldaia.
  • Rottura valvola a 3 vie

Prima di chiamare il tecnico Centro Calore puoi controllare che il rubinetto di carico posto sotto la caldaia sia chiuso bene, e poi a scaricare un po’ d’acqua dalla valvola del termosifone posto più lontano dalla caldaia, in modo da abbassare la pressione della caldaia.

Se la pressione torna a livelli troppo alti nel giro di qualche giorno, è necessario contattare il nostro pronto intervento

Did you find this FAQ helpful?
1
0

Marchi caldaie a gas trattati

immergas
Beretta caldaie
Vaillant
Viessmann
chaffoteaux