La stagnazione dell’impianto solare termico è un fenomeno che avviene quando viene creato un eccesso di acqua calda rispetto alla dimensione dell’accumulo e al quantitativo utilizzato. Avviene particolarmente in estate, quando l’accumulo è pieno di acqua calda, e quindi il liquido presente nei collettori rimane fermo, nei tubi ad accumulare calore. Quando questo supera una certa soglia (può arrivare fino a 130 C°) la pressione dell’impianto aumenta, il calore del liquido danneggia le tubazioni e le valvole, ed il liquido antigelo presente normalmente in miscela viene alterato in modo tale da non risultare più efficace ed anzi essere causa di incrostazioni di residui simili a calcare. Per evitare che un tale fenomeno avvenga è necessario un dimensionamento adeguato dell’impianto termico solare, in quanto spesso il problema è causato da accumuli non sufficientemente capienti per il quantitativo di acqua riscaldata dai pannelli.