La valvola termostatica è un regolatore della temperatura ambiente, come un termostato.
Posizionando la manopola su 1…2…3…4…5 si decide la temperatura ambiente desiderata. Non esiste una relazione precisa fra i numeri e la temperatura ottenuta nel locale, in quanto questa è influenzata dalle condizioni di installazione della valvola (in alto, vicino al pavimento, in prossimità di una mensola o di un ostacolo). Occorre quindi ricercare il numero che corrisponde alla temperatura desiderata nel locale in cui si trova la valvola. Una volta individuato questo valore (ad esempio, 3) non bisogna più toccare la valvola. Sarà questa ad aprire o chiudere il flusso dell’acqua nel radiatore regolandosi sulla temperatura ambientale in modo da mantenere sempre la stessa temperatura. La valvola può essere portata in posizione minima o antigelo (di solito indicata da un fiocco di neve) in caso di assenze prolungate o di prolungato inutilizzo di un locale. Quando si vuol ripristina il funzionamento dell’impianto, riportare subito la valvola nella posizione originale. Cercate di porre attenzione alla temperatura nel locale e non alla temperatura del radiatore: lo scopo dell’impianto di riscaldamento è riscaldare il locale dove vi trovate, non tenere al caldo i radiatori.